Via Villanova, 7/A Longarone, BL 32013 +39 0437 573407 info@dolomiticert.it

Certificazione

CERTIFICAZIONE CE DPI

Dolomiticert dal 2008 è riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico come Ente Notificato, autorizzato al rilascio di Certificati di Esame UE del tipo, ai sensi del Regolamento (UE) 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 marzo 2016 relativo ai Dispositivi di Protezione Individuale (DPI)

Ci occupiamo della certificazione CE dei DPI per le famiglie di prodotto di seguito elencate:

Dispositivi per la protezione dell’apparato respiratorio
I DPI più utilizzati per la protezione delle vie aeree sono le semimaschere filtranti monouso che soddisfano i requisiti della norma tecnica EN 149:2001+A1:2009 (Semimaschere filtranti antipolvere – Requisiti, prove, marcatura). Questi sono dispositivi muniti di filtri che proteggono bocca, naso e mento.
Si suddividono in tre classi in funzione dell’efficienza filtrante: FFP1, FFP2 e FFP3. Le lettere FF sono l’acronimo di “facciale filtrante”, P indica la “protezione dalla polvere”, mentre i numeri 1, 2, 3 individuano il livello crescente di protezione (bassa > 80%, media > 94% e alta > 99%). In presenza di contaminazioni elevate o di agenti biologici estremamente pericolosi come quelli di gruppo 4 (per es. virus delle febbri emorragiche), potrebbe essere necessario isolare completamente l’operatore dall’ambiente esterno impiegando autorespiratori che forniscono aria diversa da quella dell’ambiente di lavoro.

Equipaggiamento protettivo contro agenti biologici nocivi
Fra i dispositivi di protezione contro il rischio biologico le due famiglie più importanti sono i guanti conformi alla EN 374.5:2016 e gli indumenti di protezione conformi alla EN 14126:2003 (Requisiti prestazionali e metodi di prova per gli indumenti di protezione contro gli agenti infettivi) che possono essere identificati come camici con maniche lunghe, completo giacca con maniche lunghe e pantaloni, tuta intera con maniche lunghe utilizzati in ambito ospedaliero per proteggere da agenti infettivi o in altre attività come la pulizia ecc.
A seconda dei valori trovati durante l’esecuzione delle prove biologiche, i dispositivi possono avere una diversa classificazione da 1 a 6 per la resistenza alla penetrazione di liquidi contaminati sotto pressione idrostatica o per la resistenza alla penetrazione di agenti infettivi dovuta al contatto meccanico con le sostanze contenenti liquidi contaminati e da 1 a 3 per la resistenza alla penetrazione di aerosol liquidi contaminati o per la resistenza alla penetrazione di particelle solide contaminate.

Dispositivi per la protezione dell’udito
Negli ambienti di lavoro sono sempre più richiesti i dispositivi di protezione delle vie acustiche per proteggere gli utilizzatori dall’esposizione al rumore. Ci sono varie tipologie di prodotti: inserti auricolari in espanso elastico o in materiale sintetico, inserti auricolari con archetto, cuffie antirumore e otoprotettori su misura.
In particolare i dispositivi più diffusi sono le cuffie antirumore che possono essere indossate con facilità e rapidità e sono quindi particolarmente adatte per impieghi di breve durata. La normativa di riferimento è la EN 352:2002 (Requisiti per l’udito, requisiti generali).

 

Dispositivi di ausilio al galleggiamento;
Dispositivi per la protezione del torace e dell’inguine;
Dispositivi per la protezione del piede, della gamba e antiscivolo;
Dispositivi per la protezione generale del corpo (abbigliamento);
Dispositivi per la protezione della mano e del braccio;
Dispositivi per la protezione del capo;
Dispositivi di protezione contro l’annegamento;
Dispositivi di protezione contro il rischio elettrico;
Dispositivi di protezione contro campi elettromagnetici;
Dispositivi di protezione contro le cadute dall’alto;
Dispositivi di protezione contro sostanze e miscele pericolose per la salute;
Dispositivi per la protezione dal freddo [freddo > -50 °C], [freddo estremo <-50 °C] ;
Dispositivi per la protezione dal caldo [caldo <100 °C] ;
Dispositivi per la protezione dal caldo [caldo >100 °C e fuoco e fiamme] ;
Dispositivi per la protezione dal freddo estremo [<-50 °C] ;
Dispositivi per la protezione dal freddo [> -50 °C] ;
Dispositivi di protezione contro ferite da arma da fuoco o da taglio;
Dispositivi di protezione contro motoseghe portatili;
Dispositivi di protezione contro agenti chimici;
Dispositivi per la protezione della mano e del braccio da agenti chimici;
Dispositivi per la protezione contro lo scivolamento;
Dispositivi di protezione contro le vibrazioni;
Dispositivi di protezione contro la compressione statica;
Dispositivi di protezione contro rischi meccanici;
Aree di competenza specializzate: indumenti dei vigili del fuoco;
Aree di competenza specializzate: indumenti protettivi per motociclisti. 

DICHIARAZIONE DI IMPARZIALITÀ

Dolomiticert è Ente Notificato dalla Commissione Europea di Bruxelles con Numero Identificativo “2008”.

Di seguito è possibile scaricare la DICHIARAZIONE di IMPARZIALITÀ di Dolomiticert: 

M.101.2.004 Dichiarazione imparzialità Direzione (rev.0 del 31.12.15)

L’ottenimento dei Certificati di Esame UE del tipo, rilasciati da un Ente Notificato come Dolomiticert, è obbligatorio prima dell’immissione in commercio dei Dispositivi di Protezione Individuale di II e III categoria. 

Chiunque è interessato ai servizi di certificazione forniti da Dolomiticert può prendere visione delle procedure adottate scaricando il seguente regolamento, relativo alla Certificazione del tipo ai sensi del Regolamento (UE) 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 marzo 2016:

PQ 16.101.004 Regolamento per la certificazione dei dispositivi di protezione individuale (Rev.6 del 30.11.2020)

COME RICHIEDERE LA CERTIFICAZIONE DEI DPI

RICHIESTA DI UN’OFFERTA

Per richiedere un’offerta per la certificazione di un prodotto, deve essere compilata ed inviata a Dolomiticert la scheda raccolta dati

La scheda deve essere richiesta all’Ufficio Commerciale di Dolomiticert, specificando la tipologia Dispositivo di interesse

A seguito dell’accettazione dell’offerta commerciale da parte di Dolomiticert, devono essere inviati a Dolomiticert:

  • i campioni da testare 
  • la Domanda di esame UE 
  • la documentazione tecnica del prodotto

I CAMPIONI DA TESTARE E LA DOMANDA DI ESAME UE DEL TIPO

Insieme ai campioni da testare, deve essere inviata a Dolomiticert la Domanda di esame UE del tipo, relativo alla Certificazione di tipo ai sensi del Regolamento (UE) 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 marzo 2016, che può essere richiesta all’Ufficio Commerciale o scaricata qui di seguito:

M.16.108.2.001 Domanda di esame UE del tipo (Rev.3 del 06.11.2020)

 

COME COMPILARE LA DOMANDA DI ESAME UE?

La Domanda di esame UE del tipo deve essere correttamente compilata così come riportato nella seguente procedura:

PQ 16.108.002 Domanda di esame UE del tipo (Rev.2 del 06.11.2020).pdf

LA DOCUMENTAZIONE TECNICA

Assieme alla Domanda di esame UE del tipo deve essere inviata la Documentazione Tecnica del prodotto comprensiva di tutte le informazioni contenute nella procedura che riportiamo di seguito, conforme al Regolamento (UE) 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 marzo 2016:

PQ 16.108.003 Documentazione Tecnica (Rev.1 del 15.05.2020)

M.115.001 – ELENCO DISCIPLINARI DOLOMITICERT IN USO AL 01/10/18

Infine, riportiamo di seguito i disciplinari attualmente in uso.

  • Protocol equestrian back protector (Rev.3 21.01.2019)
  • Protocol for cyclist’s protector­ (Rev.4 06.04.2020)
  • Protocol helmets for wildland firefighting and civil protection (Rev. 1 20.10.2017)
  • Protocol helmets to be used on work at height and rescue (Rev. 1 20.10.2017)
  • Protocol inflatable protectors (electronically activated) for motorcycling (Rev.4 14.10.2018)
  • Protocol inflatable protectors (electronically activated) for ski (Rev.1 22.03.2019)
  • Protocol micro crampons for shoes (Rev.1 20.10.2017)

Per qualsiasi ulteriore richiesta o chiarimento, Vi invitiamo a contattare lo Staff Dolomiticert al numero +39.0437.573407, o via mail ad info@dolomiticert.it.